• Logo Orion

    nulla dies sine linea

Procedura emergenza e prova di evacuazione

Dallo scorso ottobre, insieme alla riforma della materia antincendio, hanno subito modifiche anche le regole che riguardano il piano di emergenza e la prova di evacuazione.


Il piano di emergenza è un documento allegato al Documento di Valutazione dei Rischi; in esso è indicato come i lavoratori devono comportarsi in caso di emergenza, per ridurre al minimo i rischi per gli stessi e per le altre persone che potrebbero essere presenti nei luoghi di lavoro.


Questo documento è obbligatorio:

  • nei luoghi di lavoro dove sono occupati almeno 10 lavoratori
  • nei luoghi di lavoro aperti al pubblico in cui potrebbero essere presenti contemporaneamente più di 50 persone (opzione aggiunta dal decreto del 2 settembre 2021)
  • nei luoghi di lavoro soggetti a Certificato di Prevenzione Incendi, secondo quanto riportato dal D.P.R. 151 del 2011


La prova di evacuazione è obbligatoria in tutti i luoghi dove è necessario il piano di emergenza; serve a verificare l’efficacia delle procedure di emergenza descritte nel piano, la preparazione degli addetti alla gestione dell’emergenza, il corretto funzionamento dei presidi d’emergenza.


Le esercitazioni sono previste almeno annuali dal decreto del 2 settembre 2021. Se lo si ritiene opportuno si può coinvolgere nella prova anche le ulteriori persone presenti normalmente nei luoghi, quali ad esempio clienti, utenti, pubblico, personale di ditte di manutenzione, appaltatori.


La prova di evacuazione deve prevedere almeno:

  • la percorrenza delle vie di esodo
  • l’identificazione delle eventuali porte resistenti al fuoco
  • l’identificazione degli eventuali dispositivi di allarme
  • l’identificazione delle attrezzature di estinzione

Durante l’esercitazione bisogna tenere presente il possibile affollamento dei luoghi, la possibile presenza di persone che hanno particolari esigenze.


I lavoratori la cui attività è essenziale al mantenimento delle condizioni di sicurezza del luogo di lavoro possono essere esclusi, a rotazione, dalle esercitazioni. Al contrario sono assolutamente tenuti a partecipare alla prova i nuovi assunti, poiché tale esercitazione rientra nell’attività di addestramento che l’azienda deve dimostrare.


L’azienda deve dare evidenza della prova di evacuazione effettuata, ad esempio mediante stipula di un verbale che riporti la firma dei partecipanti. Può essere un’alternativa registrare mediante videocamera l’esercitazione, nel rispetto comunque della privacy dei partecipanti.

    Previous

    Consulente ADR: esenzioni anche per lo speditore

    Il 21 dicembre 2022 è stata pubblicata la nota esp...
    Read More
    Next

    Piemonte - obbligo misurazione gas radon

    Il radon è un gas naturale che deriva dal decadime...
    Read More

    ORION News